Benvenuti nel sito della Pro Loco di JERZU - OGLIASTRA Benvenuti nel sito della Pro Loco di JERZU - OGLIASTRA

Notizie da Jerzu: 10 Dicembre 2007: " E' arrivato il sito!..." L'Associazione Turistica Pro Loco dei Tacchi d'Ogliastra è finalmente on-line!!.... ""

Jerzu
»  La storia del paese
»  Usi Costumi Tradizioni
»  L'Emigrazione
»  Personaggi
»  Panorami e scorci
»  Come arrivare
»  Informazioni
»  Notizie Flash

Parole in Poesia

 

Home Pro Loco Manifestazioni Guestbook Mail@
Gli animali L'ambiente pastorale

Credenze popolari

Le chiese Le Feste Prodotti tipici

Usi costumi e tradizioni della nostra realtà  

Superstizioni e credenze popolari

La campagna non era abitata solo da entità ostili ma anche da spiriti benigni che allietavano la dura vita di ogni giorno. Fra questi era famoso "su Brulloni" figura campagnola che i greci antichi veneravano col nome il dio Pan e i romani col nome di Fauno. La sua caratteristica principale era quella di prendersi gioco delle persone che trascorrevano la notte in campagna. In mezzo al silenzio generale capitava che il contadino si sentisse chiamare per nome più volte da varie direzioni e nel rispondere non vedeva nessuno. Il gioco continuava a lungo finchè la vittima spazientita rispondeva con voce stizzita e il silenzio veniva infranto da una fragorosa risata che scemava e si allontanava nei campi. Lo scherzo della voce a volte si accompagnava all'improvvisa sparizione di utensili o cibarie momentaneamente lasciate incustodite. La sparizione non durava molto a lungo e dopo svariate ricerche il malcapitato ritrovava ogni cosa inspiegabilmente al proprio posto.

Campagna a nord del paese
Vallata vista da Porcu 'e Ludu

Varie erano le pratiche magiche e per alcune di esse si riesce a trovare una spiegazione scientifica. E il caso di "su scudidori" personaggio presente sino ai primi decenni del '900 il quale recitando misteriose giaculatorie riusciva a snidare e far cadere a terra le larve dei mosconi azzurri della carne che numerose prosperavano nelle ferite non rimarginate di animali domestici infettati precedentemente. In realtà si trattava di una persona che informata dei fenomeni naturali sfruttava l'ignoranza della gente lucrandoci sopra. Su scudidori ben sapeva infatti che le larve vanno incontro a un processo di mutazione naturale che culmina con la formazione dell'insetto che in questa fase abbandona la ferita dell'animale. In questo stadio evolutivo entrava in gioco su scudidori il quale fingendo riti propiziatori per guarire l'animale si prendeva l'immeritato compenso per l'avvenuta guarigione.

Monte Corongiu
Il Torrione di Corongiu

Fonte di racconti truci e paurosi era la il monte di Corongiu che si eleva a mo' di torre sopra l'altipiano di S.Antonio. Sino ai primi del secolo scorso la montagna era boscosa e lugubre, dotata di una sola entrata che creava non poche difficoltà per trovarla; vi si andava a far legna. Nelle viscere della montagna, secondo la leggenda, viveva una principessa tenuta prigioniera da un genio malefico in una grotta fatta di smeraldo. Ella siede ad un telaio d'oro a tessere una sciarpa tempestata di gemme che donerà a un giovane coraggioso capace di liberala.

Link
»  U.N.P.L.I.
»  Regione Sardegna
»  Provincia Ogliastra
»  Cantina Antichi Poderi
»  Gal Ogliastra
»  Assessorato al Turismo
»  Comune di Jerzu
»  Minis. Sviluppo Economico

Spazio Pubblicitario
 informazioni presso 
 la sede Pro Loco 
o inviare una mail  prolocojerzu@yahoo.it

Spazio Pubblicitario
 informazioni presso 
 la sede Pro Loco 
o inviare una mail  prolocojerzu@yahoo.it

Spazio Pubblicitario
 informazioni presso 
 la sede Pro Loco 
o inviare una mail  prolocojerzu@yahoo.it


Copyright © 2007 Pro Loco Jerzu - Tutti i diritti riservati
Testi e foto sono di proprietà della Pro Loco e possono essere utilizzati solo previa autorizzazione.

Pro Loco Jerzu Via Umberto I° Tel. 0782/71311 - 08044 Jerzu (Ogliastra)
e-mail: prolocojerzu@yahoo.it