Benvenuti nel sito della Pro Loco di JERZU - OGLIASTRA Benvenuti nel sito della Pro Loco di JERZU - OGLIASTRA

Notizie da Jerzu: 10 Dicembre 2007: " E' arrivato il sito!..." L'Associazione Turistica Pro Loco dei Tacchi d'Ogliastra è finalmente on-line!!.... ""

Jerzu
»  La storia del paese
»  Usi Costumi Tradizioni
»  L'Emigrazione
»  Personaggi
»  Panorami e scorci
»  Come arrivare
»  Informazioni
»  Notizie Flash

Parole in Poesia

 

Home Pro Loco Manifestazioni Guestbook Mail@

L'Emigrazione

L'emigrazione a Jerzu si perde, come tanti altri Comuni della Sardegna, alla fine dell'800. Il mondo contadino viveva nella paura delle cattive annate alle quali seguivano fatalmente le carestie e le epidemie.(1890 il vaiolo in due mesi causò la morte di 150 persone) Era quindi una lotta continua e angosciosa contro la peronospera (1895), che distruggeva le vigne e l'inclemenza del tempo che rovinava la produzione degli alberi fruttiferi e gli orti; contro le invasioni delle cavallette, che periodicamente devastavano i raccolti.

Ma nel 1901 la volontà ferma dei contadini jerzesi nulla potè contro il disastro della filossera (un afide) che nel giro di un anno e mezzo devastò i vigneti del paese e ne inaridì i campi. Scomparse le antiche vigne di "Pardu", "Perdarba" devastate quelle di "Carcu" distrutte quelle di "Pelau" il paese sprofondò nella miseria.Paura e disperazione furono un cocktail micidiale che da un lato procurarono vari episodi di suicidio tra i contadini, dall' altro portarono ad un avvicendamento in campo lavorativo.

1920 Wyoming Nella foto Priamo Mereu con i suoi ospiti

Cesare Mereu e Giovanni Piroddi minatori in Francia 1920 Coll. Mereu
Ma la maggior parte dei contadini scelse l'amara via dell'emigrazione. Nel 1902 lasciarono Jerzu in 800 e fino al 1908 l'emorragia continuò in uno stillicidio che minava la stessa soppravvivenza del paese. Un esodo biblico che portò gli jerzesi nelle regioni più lontane e sconosciute:

Canada, Stati Uniti, Argentina Tunisia, Francia, Nuovo Messico.



Altri attraversarono il Tirreno e divennero minatori a Gavorrano e ad Atri due paesini del Monte Amiata. Altri ancora Maurizio Melis emigrato negli Stati Uniti fini 800 morì nel 1936 Coll. F.Melistrovarono un'occupazione nelle miniere di Montenarba. La storia di questi primi emigranti può ricostruirsi solo attraverso la tradizione orale e i registri anagrafici dove sono registrati gli atti di morte giunti in Comune da paesi lontani. Francesco Garau di Cristoforo, manovale,
17 anni morto a Montenarba; Martino Contu, morto per un incidente a 25 anni nelle miniere di Pittsburg USA; Antonio Contu, ucciso da un'esplosione nel Nuovo Messico; Elia Scattu Deidda, manovale di miniera, morto a Gavorrano; Francesco Usai e Antonio Usala, morti nelle miniere di Filippeville; Priamo Maxia, morto nei Pirenei Occidentali; Luigi Melis, minatore, morto in Svizzera. Le condizioni di vita di questi minatori non erano meno dure di quelle degli jerzesi che lavoravano nelle miniere del cavaliere Tonietti, che proprio in quegli anni erano state attivate a "Porcu 'e Ludu" ma erano terribilmente più tristi per la lontananza dai propri cari.


Alcuni jerzesi si trovarono a lavorare con altri compaesani che avevano messo radici nei paesi del Sarrabus ai tempi delle lotte contro le tasse feudali, nei primi anni dell'ottocento. Lo strano destino che portò nel ventre della terra chi l'aveva sempre coltivata sotto il sole, continuò negli anni '30 quando molti jerzesi emigrarono nel bacino carbonifero del Sulcis dove nel 1938 sarebbe sorta Carbonia.

Diversa, meno disperata, frutto di una scelta di cambiamento e di crescita economica, fu l'ondata degli emigranti che si riversò nel Nuorese negli anni '30 - '40. Una stirpe di coraggiosi pionieri che partivano con l'intera famiglia per aprire in Barbagia esercizi commerciali o bar.

Primi del 900
Corso Umberto coll.V.Giacu

Per tutti, lasciare il proprio paese, era un atto doloroso; ma per i bambini, che abbandonavano gli amici, i giochi, la vita libera nei campi, era un vero trauma.

Link
»  U.N.P.L.I.
»  Regione Sardegna
»  Provincia Ogliastra
»  Cantina Antichi Poderi
»  Gal Ogliastra
»  Assessorato al Turismo
»  Comune di Jerzu
»  Minis. Sviluppo Economico

Spazio Pubblicitario
 informazioni presso 
 la sede Pro Loco 
o inviare una mail  prolocojerzu@yahoo.it

Spazio Pubblicitario
 informazioni presso 
 la sede Pro Loco 
o inviare una mail  prolocojerzu@yahoo.it

Spazio Pubblicitario
 informazioni presso 
 la sede Pro Loco 
o inviare una mail  prolocojerzu@yahoo.it


Copyright © 2007 Pro Loco Jerzu - Tutti i diritti riservati
Testi e foto sono di proprietà della Pro Loco e possono essere utilizzati solo previa autorizzazione.

Pro Loco Jerzu Via Umberto I° Tel. 0782/71311 - 08044 Jerzu (Ogliastra)
e-mail: prolocojerzu@yahoo.it